Otto ore in mezzo al fango, respirando polvere e con un groppo in gola: reportage dal Messinese devastato dall’alluvione

Otto ore. Otto ore con carne e ossa in mezzo al fango di Giampilieri e Scaletta Zanclea. Otto ore per rendersi conto della devastazione provocata dall’alluvione del primo ottobre, otto ore per cancellare i tanti luoghi comuni trasmessi da giornali e tv, e per capire dal vivo ciò che davvero pensa la gente, ciò che davvero è successo nel Messinese Jonico giovedì scorso. Quando, infatti, siamo partiti  per raggiungere le aree colpite dall’alluvione, avevamo in testa i tormentoni polemici…

Otto ore in mezzo al fango, respirando polvere e con un groppo in gola: reportage dal Messinese devastato dall’alluvioneultima modifica: 2009-10-06T10:02:04+02:00da vlocal
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento