Un consigliere comunale presunto prestanome

«Un consigliere comunale presunto prestanome per la mafia. E nessuno ne parla». Il giovane giornalista catanese Antonio Condorelli un paio di giorni fà “esce” questa clamorosa notizia dalle cmplicatissime meglie della giustizia penale catanese, e ne parla sul quotidiano nazionale “puntata di report su Cataniafiabre_il_cons”>Il fatto“. Seguendo quanto scritto da Condorelli, già firma nota in città per aver collaborato con Sigfrido Ranucci alla “scandalosa” puntata di report su Catania, scrive che il consigliere Vincenzo Castelli «è…

Un consigliere comunale presunto prestanomeultima modifica: 2010-06-11T17:02:29+02:00da vlocal
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento