Il ponte che non c’è

Un brutto affare per Parma quello del ponte Nord, il ponte “che non c’è”. Dopo anni di lavori, polemiche e 25 milioni di euro totali di spese per la costruzione arriva il no all’uso permanente degli spazi coperti: nessun negozio, nessun ufficio o laboratorio sotto le volte di vetro e acciaio. Il vertice tenutosi in comune fra provincia, amministrazione comunale, regione, autorità di bacino e soprintendenza ai beni architettonici non lascia grandi margini di speranza. Il ponte resterà disabitato…

Il ponte che non c’èultima modifica: 2013-02-18T08:00:00+01:00da vlocal
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento