Sagome di cartone per protestare contro l’Ilva

Sono 174, in cartone, per produrre un urlo assordante.E’ questo il numero delle sagome di cartone che nella giornata di oggi sono state esposte, in occasione dell’arrivo del ministro della salute, Renato Balduzzi, atteso in Prefettura per l’incontro con le associazioni ambientaliste sui dati aggiornati riguardanti l’impatto dell’inquinamento sulla salute pubblica. Il numero delle sagome non è casuale: secondo “Verità … Continua a leggere

Presentata dal ministro Clini la nuova “Aia” del 2012 per l’Ilva

Arriva la nuova “Autorizzazione integrata ambientale”.L’Aia del 2012 è stata presentata lo scorso venerdì dal ministro Clini, che ha elencato tutte le novità della stessa, con la speranza di ricevere l’approvazione della procura di Taranto.Diverse sono le innovazioni presenti nell’autorizzazione, preparata in appena 40 giorni: tra tutti la riduzione annuale ad 8 tonnellate dell’acciaio (rispetto agli 11,3 attuali). Poi si … Continua a leggere

Al via il Centro Salute e Ambiente per lo studio delle emissioni in città

Nuovi studi sugli effetti dell’industria.Sarà infatti realizzato, dov’era inizialmente ubicato l’ospedale Testà di Taranto (contrada Rondinella SS106), un centro “salute e ambiente per lo studio delle emissioni in città”. Come è ovvio che sia, particolare attenzione sarà riservata a quelle emissioni inquinanti prodotte dall’Ilva, ma anche dalle altre industrie presenti nel nostro territorio, in relazione a quelle che sono le … Continua a leggere

Procura: “Avvio spegnimento Ilva entro 5 giorni”. Clini: “Impossibile”.

Nuovi sviluppi della vicenda Ilva.La Procura di Taranto, infatti, ha notificato la direttiva  di fermo degli impianti entro cinque giorni, a partire dall’altoforno 1: una decisione nata dalla constatazione che la precedente richiesta dello stop della produzione sia rimasta sostanzialmente ignorata. Franco Sebastio (in foto), capo della procura, ha inoltre dichiarato che omissioni, ritardi e abusi saranno d’ora in poi … Continua a leggere

Sciopero degli operai Ilva senza sosta: da una settimana sopra l’altoforno.

Continua, come previsto, lo sciopero degli operai dell’Ilva.Alcuni dipendenti da una settimana sono sopra l’altoforno 5 e sul camino E312, in forma di protesta. Infatti gli stessi richiedono maggiori delucidazioni sulla situazione poca chiara e rassicurante dello stabilimento e non scenderanno fin quando l’Aia non rilascerà la regolare autorizzazione all’Ilva. Solo allora terminerà la loro protesta, salvo nuove delicate questioni. … Continua a leggere

Il gip boccia il piano di risanamento dell’Ilva. Scoppia la protesta dei dipendenti.

Sale la tensione a Taranto.Infatti, da ieri mattina alle 9, gli operai dell’Ilva hanno iniziato uno sciopero (indetto da Fim, Cisl e Uilm Uil) contro il blocco degli impianti, come previsto dal gip Patrizia Todisco, che due giorni fa ha rifiutato la proposta dello stabilimento di continuare la produzione, seppur in misura minore rispetto al passato, nonostante il sequestro degli … Continua a leggere

Ilva, si passa all’azione: stop all’altoforno 1!

Nuovo capitolo Ilva: si passa ai fatti.Saranno l’Altoforno 1 e alcune delle 10 batterie per coke i primi impianti a spegnersi per i lavori di ammodernamento previsti per l’impianto siderurgico dell’Ilva. Sono dunque questi i primi di una lunga serie di lavori, volti a rimettere a nuovo 6 batterie delle cookerie degli altiforni, un’acciaieria, il reparto “Gestione materiali ferrosi” e … Continua a leggere

Una nuova scoperta: il Golfo di Taranto è il paradiso dei delfini!

A parlare di Taranto non ci si annoia mai, per la sua costante imprevedibilità.Si è parlato spesso in questo blog della terribile situazione ambientale di Taranto, in particolare a causa dell’Ilva (vedi l’ultimo post). Eppure una sensazionale notizia sembra quasi smentire questa tesi. Si è scoperto infatti che il luogo ideale per i cuccioli di delfino è… il mare di … Continua a leggere

Vicenda “Ilva”: le novità di questa settimana.

Il procuratore di Taranto, Franco Sebastio, ha affermato che è stato completato il sequestro dei parchi minerali dell’Ilva, e quindi la produzione potrebbe presto arrestarsi. Inoltre ha mostrato perplessità sull’ipotesi di bagnare i parchi minerali per un’intera giornata (per stoppare l’emissione di polveri inquinanti), ritenendola una contromisura assolutamente inutile, anche sulla base di esperienze passate, senza però escludere un confronto … Continua a leggere

Pronti 146 milioni per “modernizzare” l’Ilva

Al via un’Ilva 2.0?Il presidente dello stabilimento, Bruno Ferrante, ha infatti annunciato un prossimo investimento di 146 milioni di euro per “interventi che riguardano tutti gli impianti interessati, soprattutto quelli dell’area a caldo”. Di questi, 2 e mezzo saranno spesi per un sistema di videosorveglianza dell’area a caldo, con videocamere installate in varie postazioni dell’industria, attive 24 ore su 24, … Continua a leggere